IL RICORSO AL GIUDICE DI PACE DOPO LA RIFORMA

Indice della guida

Dal 6 settembre 2011, con l’entrata in vigore del decreto legislativo 150/2011, è possibile proporre ricorso avverso le sanzioni del codice della strada, al Giudice di Pace, se non si è pagata la sanzione e non si è presentato ricorso al prefetto, entro trenta giorni (ovvero sessanta giorni se il ricorrente risiede all’estero) dalla contestazione o notificazione della violazione. Il ricorso può essere presentato anche a mezzo del servizio postale, con invio dei documenti alla Cancelleria del Giudice di Pace.

Nel ricorso può essere chiesta la sospensione dell’esecuzione del provvedimento, ma solo se ricorrono gravi motivi, o un

danno grave e irreparabile, da indicare dettagliatamente.

Le parti possono stare in giudizio personalmente, senza l’obbligo di assistenza di un legale.

Per quanto riguarda la legittimazione passiva, spetta la prefetto per le violazioni accertate da organi di polizia statale, ovvero a Regione, Provincia o Comune, per le violazioni accertate, rispettivamente da organi di polizia regionali, provinciali o comunali: si badi bene che, in tale ultimo caso, la controparte deve essere correttamente individuata.

Vengono inoltre modificati i tempi per il pagamento della sanzione in caso di rigetto del ricorso: il Giudice di Pace con la sentenza che rigetta il ricorso determina l’importo della sanzione e impone il pagamento della somma con sentenza immediatamente esecutiva. Tale sentenza costituisce il titolo per esigere il pagamento coatto delle somme.

Il pagamento della somma deve avvenire entro i trenta giorni successivi alla notificazione della sentenza e deve essere effettuato a vantaggio dell'amministrazione cui appartiene l'organo accertatore, con le modalità di pagamento da questa determinate.

Il ricorso al Giudice di Pace ha ora un costo di 37 euro, per iscrivere la causa al ruolo.

 

Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
Arricchisci questa pagina con un tuo commento:
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss