IL FORO COMPETENTE NELLE CAUSE DA SINISTRI STRADALI

Per ciò che riguarda il foro presso il quale dove proporre la propria azione giudiziale di risarcimento danni  al danneggiato sono date varie possibilità esso perciò potrà convenire l’assicurazione del veicolo sul quale viaggiava al momento del sinistro alternativamente nel luogo dove ha residenza o dimora il responsabile civile, nel luogo dove a sede l’assicurazione convenuta o nel luogo in cui è sorta o deve eseguirsi l’obbligazioni.
 La domanda giudiziale per sinistri i cui danni superino i 20.000,00 euro si propongono con citazione davanti al Tribunale che deve contenere l’indicazione del Tribunale davanti al

quale viene proposta la domanda, nome, cognome, residenza e codice fiscale dell’attore e delle persone che li rappresentano, nome, cognome e codice fiscale del convenuto e se si tratta di persona giuridica anche l’indicazione dell’organo o ufficio che ne ha la rappresentanza in giudizio, la determinazione della cosa oggetto della domanda, l’esposizione dei fatti e degli elementi di diritto costituenti le ragioni della domanda con le relative conclusioni, l’indicazione specifica dei mezzi di prova dei quali l’attore intende avvalersi e i documenti che offre in comunicazione, l’indicazione del giorno dell’udienza di comparizione e l’invito al convenuto a costituirsi, nel termine di venti giorni prima dell’udienza indicata dinnanzi al Giudice designato, ai sensi e nelle forme del 166 c.p.c, con
l’espresso avvertimento che la mancata costituzione oltre i i ridetti termini implicherà le decadenze di cui all’art. 38 e 167 cpc.
Il termine a comparire in caso di citazione dinnanzi al Tribunale è fissato in giorno novanta   e centottanta se si tratta di notifica estera. I ridetti termini sono invece dimezzati per i sinistri il cui valore rientri nelle competenze del Giudice di Pace.
La l. n. 69 del 2009 ha poi previsto un nuovo strumento processuale a cui il danneggiato può fare ricorso per i procedimenti che possano essere definiti con una istruzione probatoria sommaria Si tratta del cd. procedimento sommario di cognizione di cui agli artt. 702 bis, ter e quater, utilizzabile per tutte le cause per le quali in Tribunale giudica in composizione monocratica, ne rimangono perciò esclusa quelle di competenza del collegio e del Giudice di Pace. Si tratta di un procedimento che si instaura con ricorso in cui il Giudice designato fissa con decreto la data dell’udienza di comparizione assegnando il termine per la costituzione del convenuto che deve avvenire non oltre dieci giorni prima dell’udienza. Il ricorso ed il relativo decreto di fissazione vengono notificati al convenuto almeno trenta giorni prima della data fissata per sua costituzione.

Seguici:
Print Friendly and PDF
Arricchisci questa guida con un tuo commento:
blog comments powered by Disqus
bottone newsletter Icona Facebook Icona Rss Icona Google plus Icona twitter Icona linkedin