La tutela giurisdizionale dei diritti industriali

Seguici su Facebook e su G. Plus
Indice della guida
Indice della guida su impresa e societÓ:
PARTE I- L’IMPRESA
- L’impresa
- Imprenditore agricolo e commerciale
- piccolo imprenditore, impresa artigiana e impresa familiare
- Impresa collettiva e impresa pubblica
- esercizio dell’impresa e capacita’ di agire
- Il registro delle imprese
- Le scritture contabili
- gli ausiliari dell’imprenditore
- L’azienda
- collaborazione tra imprese

PARTE II - le società
- Le società di persone e le società di capitali
- Le società di fatto
- La società semplice
- La societa’ in nome collettivo
- La societa’ in accomandita semplice
- La societa’ a responsabilita’ limitata
- La s.r.l. semplificata
- La societa’ per azioni
- La societa’ in accomandita per azioni
- Scioglimento e liquidazione societa’ di capitali
- trasformazione, fusione e scissione di societa’
- Societa’ cooperative e mutue assicuratrici

PARTE III - concorrenza e segni distintivi
- La concorrenza
- Le limitazioni della concorrenza
- La concorrenza sleale
- La concorrenza nell’unione europea
- La legge antitrust e l’autorita’ garante della concorrenza e del mercato
- I segni distintivi dell’impresa
- Il marchio
- La ditta e l’insegna
- La qualificazione del nome a dominio
- Le opere dell’ingegno e il diritto d’autore
- Le invenzioni industriali e il brevetto
- Le invenzioni del prestatore di lavoro
- Il brevetto europeo
- La domanda internazionale di brevetto
- I modelli industriali
- La tutela giurisdizionale dei diritti industriali

Espandi indice della guida "Impresa e SocietÓ"
Altre guide legali
Avv. Valeria Zeppilli
valeria.zeppilli@gmail.com

16.LA TUTELA GIURISDIZIONALE DEI DIRITTI INDUSTRIALI

La validità e l’appartenenza dei diritti di proprietà industrialenon sono rese inconfutabili dalla registrazione o dalla brevettazione, potendo le stesse essere validamente contestate anche dopo la concessione di tali tutele. Del resto diversamente non avrebbe potuto essere, considerando che l’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi non verifica che la designazione dell’inventore o dell’autore sia corretta né che il richiedente sia legittimato.

In particolare, un soggetto che veda leso il proprio diritto alla registrazione o al brevettoda terzi che abbiano illecitamente depositato la relativa domanda può, dopo che tale diritto sia stato accertato da sentenza passata in giudicato, assumere a proprio nome la domandadi brevetto o di registrazione, depositarne una nuovacon decorrenza dalla data della domanda iniziale, se non ne eccede il contenuto, o, infine, ottenerne il rigetto. Se, invece, i terzi abbiano già ottenuto il brevetto o la registrazione, il soggetto leso può ottenere il trasferimentodel brevetto o dell’attestato di registrazione o farne valere la nullità.  

In ogni caso l’onere della provagrava su chi impugna il titolo.

L’azione di contraffazione può essere preceduta, in presenza di fumus boni iurise periculum in moradalle misure cautelari della descrizione, del sequestro e dell’inibitoria.



La competenza

Competenti nei giudizi aventi ad oggetto il diritto d’autore e il diritto industriale sono le sezioni specializzate in materia di impresa, istituite presso i tribunali e le corti d’appello di Bari, Bologna, Catania, Firenze, Genova, Milano, Napoli, Palermo, Roma, Torino, Trieste e Venezia, nonché presso i tribunali e le corti d’appello di Brescia e di Bolzano e in quelli aventi sede nel capoluogo di ogni regione, ad eccezione della Valle d’Aosta, che fa riferimento alle sezioni specializzate presso il tribunale e la corte d’appello di Torino.

Misure correttive e sanzioni civili

Chi subisce un danno dalla violazione di un diritto di proprietà industriale ha diritto al risarcimento, liquidato secondo le disposizioni del codice civile, tenendo conto di tutte le conseguenze economiche negative derivanti dall’illecito al soggetto che lo ha subito, dei benefici realizzati dall’autore della violazione e anche di elementi non economici, come il danno morale.

La sentenza che accerta la violazione, inoltre, può prevedere l’inibitoriadella fabbricazione, del commercio e dell’uso delle cose che ne hanno costituito oggetto, il loro ordine di ritiro definitivo o temporaneo dal commercioo la loro distruzione. Essa può inoltre prevedere che gli oggetti prodotti, importati o venduti in violazione di un diritto di proprietà industriale o i mezzi necessari a tale scopo siano trasferiti in proprietà al titolare del dirittoo che ne sia disposto il sequestro.



La lotta alla pirateria

La contraffazione di marchi, disegni e modelli registrati e la violazione di diritti di proprietà industriale altrui vengono definiti, dal Codice della proprietà industriale, atti di pirateria se posti in essere dolosamente in modo sistematico.

La lotta alla pirateria è condotta, a livello nazionale, attraverso il Consiglio nazionale anticontraffazione, che ha funzioni di indirizzo, impulso e coordinamento di tutte le azioni strategiche per combattere la contraffazione.

Inoltre sono attribuite particolari competenze al Ministro delle attività produttiveche, per il tramite dei Prefetti e dei Sindaci delle località interessate nei limiti del territorio comunale, può disporre il sequestro amministrativodella merce contraffatta e procedere alla sua distruzionetrascorsi tre mesi. Contro il provvedimento di distruzione può essere proposta opposizionedinanzi alla competente sezione specializzata in materia di impresa.

Avv. Valeria Zeppilli
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
Arricchisci questa guida con un tuo commento:
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss