leasing immobiliare

Indice della guida

Il comma 15 dell’art. 1 della legge di stabilità apporta alcune modifiche, dal punto di vista fiscale, alla disciplina della locazione finanziaria degli immobili (leasing immobialire). Dalla disposizione emerge che il provvedimento si rende necessario al fine di disciplinare il trattamento tributario del contratto di locazione finanziaria applicato al settore immobiliare e di garantirne la coerenza con le disposizioni relative alle imposte di registro, ipotecaria e catastale applicate per i trasferimenti operati con strumenti contrattuali diversi dallo stesso. Tra le modifiche, vi è l’inserimento dell’art. 57-ter al D.P.R. 131/1986 (Teso Unico

sull’imposta di registro), in cui viene stabilito che l’utilizzatore del bene immobile concesso in locazione finanziaria è solidalmente obbligato al pagamento del tributo per l’immobile, anche da costruire o in corso di costruzione, acquisito dal locatore per la conclusione del contratto. Per tutti i contratti di locazione finanziaria di immobili in corso di esecuzione alla data del 1º gennaio 2011 le parti sono tenute a versare un’imposta sostitutiva delle imposte ipotecaria e catastale da corrispondere in unica soluzione entro il 31 marzo 2011, le cui modalità di versamento sono determinate con provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate, da emanare entro il 15 gennaio 2011. La misura del tributo è definita applicando all’importo una riduzione di una percentuale pari al 4 per cento moltiplicato per gli anni di durata residua del contratto.

Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
Newsletter f g+ t in Rss