Accordo Chemisol

Indice della guida

Nelle premesse all’ accordo viene specificato che le parti riconoscono che l’obiettivo del premio di partecipazione è quello di un continuo miglioramento della competitività aziendale anche attraverso il coinvolgimento e la partecipazione di tutti i lavoratori che rappresentano elementi essenziali per il continuo miglioramento delle performance aziendali e per concorrere a realizzare condizioni di sviluppo economico e sociale. Il premio partecipativo prevede:

v    Coinvolgimento attivo di tutti i lavoratori e delle loro rappresentanze sindacali unitarie;

v    Condivisione degli obiettivi e dei programmi da realizzare in coerenza con le strategie aziendali;

v    Trasparenza e chiarezza nei distinti ruoli delle parti, nonché, da parte dell’azienda nella trasmissione e nella comunicazione delle informazioni necessarie alla verifica dei risultati.

Il premio di partecipazione deve essere:

v Compatibile con l’andamento economico della società;

v Variabile in rapporto al raggiungimento dell’insieme degli obiettivi concordati;

v Determinato a consuntivo, dopo che siano stati verificati i risultati concretamente realizzati in termini di produttività, qualità, di certificazione e di professionalità.

Gli indicatori per la determinazione del premio sono:

1.    Produttività: con un peso specifico del 40%. La determinazione di questo parametro va definita annualmente;

2.    Qualità: con un peso specifico del 40%. Ogni non conformità rilevata sul prodotto e determinata da errori, comunque rilevabili ed accertabili in fase produttiva e/o di stoccaggio;

3.    Ottenimento e mantenimento di Certificazioni aziendali: con un peso specifico del 20%. Si riferisce al raggiungimento ed al mantenimento degli obiettivi, annualmente fissati da parte della società, riguardo ottenimento/mantenimento delle certificazioni di: qualità (ISOTS 16949: 2009), ambiente (ISO 14001: 2004) e sicurezza (BS OHSAS 18001: 2007). Le non conformità rilevate devono essere minori del 3% annuo sul totale;

4.    Professionalità: solo per l’anno 2011, è un ulteriore riconoscimento svincolato dai precedenti parametri. Sono previsti tre step, al raggiungimento dei quali, i lavoratori avranno diritto alla maturazione del premio aggiuntivo. I tre step sono:

·         Formazione operatori in polivalenza;

·         Verifica della formazione con addestramento sul campo;

·         Impiego sul campo con raggiungimento di piena autonomia operativa.

Nella scelta degli obiettivi le parti si sono ispirate ai seguenti principi:

v   Individuazione di fattori chiari e definiti;

v Definizione dell’unità di tempo di rilevazione (Gennaio-Dicembre di ciascun anno);

v Determinazione di obiettivi raggiungibili;

v Semplicità nel controllo dell’andamento e dei risultati;

v Notorietà dei valori del Premio conseguibile;

v Impossibilità di determinare a priori l’ammontare del premio in maturazione.

Per quanto riguarda il metodo di calcolo, ogni obiettivo concorre in forma autonoma alla determinazione del premio di risultato globale e il sistema di misurazione dei risultati è determinato dai consuntivi rilevati annualmente.

L’obiettivo di produttività è calcolato annualmente al raggiungimento e/o superamento delle quantità di: lameliti, resine metilate e additivi da produrre in base alla previsione del budget. E’ stato inoltre definito un peso specifico nell’ambito dei singoli obiettivi che si rifletterà sul relativo valore economico. Per il 2010 sono:

Prodotto Obiettivo Peso sul premio Lameliti

2100 tons

70% Resine

350 tons

17% Additivi

550 tons

13%  

Il calcolo sarà così effettuato, non sul raggiungimento totale degli obiettivi, ma sulla parzializzazione degli stessi. Si è inoltre inserito l’obiettivo in un algoritmo di performance: ad ogni livello di target raggiunto corrisponde un punteggio e quindi un determinato premio. Il punteggio rispecchia il peso degli obiettivi (il punteggio per i lameliti è 0,7, per le resine metilate è 0,13, per gli additivi è 0,17). Nel caso l’obiettivo fosse sorpassato, il premio aumenterebbe di conseguenza in proporzione. Nella tabella sottostante i dati si riferiscono all’ anno 2010.

L’obiettivo qualitativo è determinato tramite la disamina delle posizioni di non conformità da parte di un apposito gruppo di lavoro formato da: un tecnico appartenente al laboratorio di analisi, un addetto alla produzione, un addetto commerciale e dalla RSU. Questi, in collaborazione, provvederanno a redigere apposite tabelle per la determinazione del premio. L’algoritmo per il 2010 è lo stesso già visto per l’obiettivo di produttività.

Al raggiungimento di tutti gli obiettivi riferiti alla certificazione è erogato un importo di 400€.

Il raggiungimento dell’obiettivo di professionalità è diviso in tre step: al raggiungimento dello step a. viene erogato ai lavoratori l’importo di 82,5€, : al raggiungimento degli step a. e b. viene erogato ai lavoratori l’importo di 165€, : al raggiungimento degli step a., b. e c. viene erogato ai lavoratori l’importo di 250€. Ogni step darà luogo all’ attribuzione di un punteggio pari a : 0 in caso di non superamento dello step, 3 in caso di superamento. Solo al raggiungimento del punteggio pieno (9) a ciascun lavoratore verrà erogato il bonus aggiuntivo. Il punteggio comunque maturato darà seguito all’erogazione delle somme.

L’importo complessivo del premio è di 750€ per il 2010, 1450€ per il 2011 e 1200€ per il 2012.

Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
Arricchisci questa pagina con un tuo commento:
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss