Il futuro delle carte di pagamento

Seguici su Facebook e su G. Plus

Oggi con le carte di pagamento è possibile fare acquisti in quasi tutti i negozi del mondo e prelevare denaro contante presso gli sportelli automatici ATM. In particolari casi, sono diventate uno strumento indispensabile: ad esempio, durante viaggi all'estero noleggiare un'auto o alloggiare in albergo senza una carta di credito significherebbe riempirsi il portafoglio di contanti o traveller's cheques (utili per chi non possiede una carta di credito, ma oggi, grazie alla diffusione delle carte di credito prepagate, rappresentano un mezzo di pagamento ormai superato, sconveniente e scomodo), andando in contro al rischio di furti e smarrimenti.

Le continue innovazioni della tecnologia dell'informazione porteranno, nel prossimo futuro, ad un utilizzo sempre più frequente delle carte di pagamento elettroniche per l'esecuzione di operazioni realizzabili a distanza solo attraverso internet: prenotazione di viaggi, spesa online con consegna a domicilio, aste online, ecc.

I motivi che frenano la crescita esponenziale dell'utilizzo delle carte di pagamento è principalmente legato alla sicurezza: infatti, sono in molti a credere che le carte di plastica possano essere facilmente clonabili.

Ma, tra non molto, le carte di plastica con banda magnetica verranno sostituite con carte, molto più sicure e prestanti, munite di microchip, in grado di garantire agli utenti, ancora timorosi di essere raggirati e truffati, una protezione assoluta sia per l'utilizzo online che offline (già da qualche anno è possibile trovare sul mercato carte di pagamento che abbinano banda magnetica a microchip).

Le future carte dotate di microchip, simile a quello delle SIM (Subscriver Identificatiom Module) card dei telefoni cellulari, saranno molto più difficili da falsificare o clonare. Inoltre, una volta inserite nelle apposite macchinette elettroniche (gli attuali POS verranno sostituiti con macchinette idonee a leggere le nuove carte), verranno autentificate ed autorizzate alla transazione senza la necessità di inviare in rete i dati personali del titolare e quelli della carta (come invece ora accade durante la lettura della banda magnetica in cui sono inseriti tutte queste informazioni), ma attraverso il semplice invio di unprofilo di identificazione” che permetterà di proteggere i titolari da eventuali tentativi di hackeraggio.

Le carte con microchip, dette anche “smart cards”, consentiranno di effettuare acquisti virtuali non solo via pc, ma anche per mezzo di televisioni via cavo connesse ad internet, di telefoni cellulari, ecc.

Le nuove carte potranno contenere, inoltre, moltissime informazioni che il titolare potrà sempre portare con sé: come gli estremi della propria polizza assicurativa, i dati del proprio Codice Fiscale o della propria tessera sanitaria, ecc.

Sempre di più, quindi, il futuro delle carte di credito è destinato a sostituire l'uso del cosiddetto “cash” (denaro contante ed assegni). Soprattutto in Italia, dove il lento, ma progressivo, diffondersi dell'utilizzo delle carte di pagamento è legato a questioni culturali ancorate al falso convincimento della scarsa sicurezza delle carte di pagamento.

Il primo segnale che porta verso la strada dell'abbandono dei contanti è il boom della telefonia mobile, che è riuscito a stimolare gli utenti all'utilizzo degli strumenti di pagamento elettronici. E dato l'enorme successo avuto dal telefono cellulare, in Italia, Poste Italiane è pronta ad uscire sul mercato con Poste Mobile (un operatore mobile virtuale), per promuovere un nuovo ed innovativo servizio: pagare i propri acquisti via sms addebitando la cifra sulla propria bolletta telefonica o su una carta di pagamento. Entrambi i soggetti coinvolti nell'operazione di compravendita, acquirente ed esercente, verrebbero avvisati attraverso un messaggio dell'avvenuto pagamento.

L'ultima idea, progettata da Jacob Palmborg ed ancora in fase di sperimentazione, consiste in una RFID card che consente, attraverso un touchscreen ad identificazione biometrica (con impronta digitale), di portare sempre con se molteplici informazioni leggibili su un piccolo schermo. Le funzionalità di questa carta prevedono il suo utilizzo come: carta di pagamento, carta di identità, patente, passaporto. La tecnologia RFID, senza fili, permette inoltre di visualizzare in tempo reale lo stato del proprio conto per avere sempre ben presente se la propria condizione finanziaria permette, o meno, di fare un determinati tipo di acquisto.

Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
Arricchisci questa guida con un tuo commento:
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss