Carta prepagata

Seguici su Facebook e su G. Plus

Le carte prepagate sono carte “a scalare d'importo” e vengono classificate come carte di debito, in quanto le somme prelevate, o spese, vengono addebitate in tempo reale e non garantiscono alcun credito (ovvero, non è possibile usarle una volta consumato l'importo caricato).

Esistono due diversi tipi di carte prepagate:

  • la carta prepagata ricaricabile;
  • la carta prepagata usa e getta.

Al momento dell'acquisto di una carta prepagata ricaricabile si deve decidere quanto denaro disporvi. La cifra caricata rappresenta il massimale di utilizzo della carta, che può essere usata come una normale carta di debito effettuando prelievi da sportelli automatici ATM o pagamenti in negozi tradizionali o virtuali purché convenzionati al circuito di appartenenza della carta (in generale, tutte le carte prepagate si appoggiano ai principali circuiti italiani ed internazionali). La carta può essere ricaricata più volte presso l'istituto emittente (o dal sito internet dello stesso) mediante l'addebito su conto corrente o, semplicemente, attraverso il pagamento in contanti della cifra da caricare. Ad ogni ricarica viene attribuito un costo fisso, detto “costo di ricarica”. La carta prepagata ricaricabile ha una durata di circa 3 anni ed il suo costo di attivazione varia tra i 5,00 ed i 30,00 Euro, a seconda del prezzo deciso dall'istituto emittente.

La carta prepagata usa e getta è una carta di debito, acquistabile in un istituto autorizzato, dotata di un credito di partenza. Ad ogni transazione effettuata il credito iniziale viene scalato. E' possibile utilizzare la carta fino all'esaurimento della somma disponibile per prelevare denaro contante presso gli sportelli automatici, pagare beni e servizi presso gli esercenti convenzionati al loro circuito di riferimento, effettuare acquisti online, ecc.

I vantaggi delle carte prepagate:

  • sono facili da ottenere: vengono erogate agli sportelli degli istituti autorizzati semplicemente presentando il proprio documento d'identità e l'importo del costo della carta e della ricarica;
  • vengono erogate anche in assenza di un conto corrente di appoggio: negli ultimi anni sono state introdotte particolari carte prepagate dedicate agli studenti, a cui solitamente non vengono erogate carte di credito classiche perché non dispongono di un reddito fisso, oppure ai protestati, che a causa di fallimenti passati, o debiti non pagati, non possono più aprire un conto corrente;
  • se un maggiorenne si assume la responsabilità di utilizzo, vengono emesse anche a nome di un minorenne: un genitore che voglia responsabilizzare i figli fin da giovani o che non voglia lasciargli troppo denaro in contante durante le vacanze o i viaggi studio (in Italia o all'estero), grazie a questo tipo di carta lo può fare;
  • possono essere usate in tutto il mondo ed hanno le stesse funzionalità di una normale carta di debito: in generale, tutte le carte prepagate si appoggiano ai principali circuiti italiani ed internazionali (Bancomat e PagoBancomat per l'Italia, Visa Electron e Cirrus/Maestro per l'estero);
  • sono particolarmente indicate per effettuare acquisti online: in caso di frodi telematiche, infatti, il rischio di perdita non può superare l'importo caricato.

Tra gli svantaggi legati alle carte prepagate ci sono:

  • gli elevati costi di ricarica sul lungo periodo: ogni operazione di ricarica può costare fino a 5,00 Euro, in base al prezzo definito dall'istituto emittente;
  • in caso di frodi i tempi di attesa sono mediamente più lunghi ed il grado di assistenza è decisamente inferiore rispetto a quello predisposto per i clienti di carte di credito classiche.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
Arricchisci questa guida con un tuo commento:
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss