Sei in: Home » Articoli

Affidamento condiviso a rischio per il genitore che lascia il figlio sempre solo a casa

Per la Cassazione, poi, non ci sono dubbi ad affidare il piccolo solo a un genitore se l'altro lo sottopone anche a violenza e a privazioni economiche
volto di bambino

di Valeria Zeppilli - Lasciare il figlio sempre solo a casa davanti alla televisione è un comportamento che denota l'incapacità di un genitore di prendersi cura del piccolo.

Se poi il piccolo viene sottoposto anche a privazioni economiche ed esposto a scene di violenza sull'altro genitore, il rischio di perdere l'affidamento condiviso o addirittura la potestà genitoriale è alto.

Lesione dei doveri familiari e genitoriali

Si guardi, a tal proposito, al caso deciso dalla Corte di cassazione con la sentenza numero 20622/2017 del 31 agosto (qui sotto allegata), avente ad oggetto la vicenda di un padre che era stato già privato della responsabilità genitoriale e, a seguito della decisione del giudice di merito, aveva perso anche l'affido condiviso del figlio.

Nel corso del giudizio, era emerso che il piccolo si era trovato frequentemente dinanzi a scene di violenza in danno della madre e che, altrettanto spesso, era stato lasciato solo a casa a guardare la TV.

Tutti questi comportamenti sono evidentemente lesivi dei doveri familiari e genitoriali e denotano l'incapacità dell'uomo di svolgere il suo ruolo nei confronti del figlio. Di fronte ad essi, poco importa che il padre in realtà si sente in realtà profondamente legato al figlio: l'affidamento resta esclusivamente in capo alla madre, come già stabilito dalla Corte d'appello.

Corte di cassazione testo sentenza numero 20622/2017
Valeria Zeppilli
Consulenza Legale
Laureata a pieni voti in giurisprudenza presso la Luiss 'Guido Carli' di Roma con una tesi in Diritto comunitario del lavoro. Attualmente svolge la professione di Avvocato ed è dottoranda di ricerca in Scienze giuridiche – Diritto del lavoro presso l'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti – Pescara
(01/09/2017 - Valeria Zeppilli)
Le più lette:
» La querela di falso
» Le chat su WhatsApp valgono come prova
» Avvocati e professionisti: è nata la prima polizza a tutela delle parcelle
» Scuola: anche gli avvocati in coda per fare i supplenti
» Avvocati: i termini di decadenza dei contributi alla Cassa Forense
In evidenza oggi
In arrivo carcere fino a 8 anni per chi truffa gli anziani al telefonoIn arrivo carcere fino a 8 anni per chi truffa gli anziani al telefono
Giudici e avvocati: serve più sicurezza nei tribunaliGiudici e avvocati: serve più sicurezza nei tribunali
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF