Sei in: Home » Articoli

Magistratura: al via la raccolta firme per la separazione delle carriere

Partita la campagna promossa dalle Camere penali. Depositata in Cassazione la proposta di legge costituzionale di iniziativa popolare
due sedie una rossa e una blu

di Marina Crisafi - "La politica deve farsi carico di questa riforma, l'unica riforma vera della giustizia". Ad affermarlo il presidente dell'Unione Camere Penali Italiane, Beniamino Migliucci, durante la conferenza stampa di ieri per la presentazione della campagna di raccolta firme per la separazione delle carriere. Una campagna promossa proprio dalla Ucpi, per pervenire ad una riforma che non è "contro la magistratura ma per la magistratura e la sua autonomia ed indipendenza". Riforma "che è ineludibile. Perché solo un giudice terzo consente la parità delle parti".

La proposta di legge costituzionale per la separazione delle carriere in magistratura

Contestualmente, nella giornata di ieri, le camere penali ed altri avvocati penalisti, hanno depositato in Cassazione, la proposta di legge costituzionale di iniziativa popolare che prevede, ha sottolineato Migliucci, tra i vari punti, "due concorsi separati e due distinti Csm".

A condividere l'iniziativa dell'Ucpi, il Partito radicale nonviolento transnazionale e transpartito e la Fondazione Einaudi.

La raccolta firme comincerà il 4 maggio prossimo.

(21/04/2017 - Marina Crisafi) Foto: 123rf.com
Le più lette:
» Il contratto di locazione - contenuto e forma. Con fac-simile
» Affido condiviso: i figli restano nella casa familiare, saranno i genitori ad alternarsi
» Avvocati: 15mila euro dalla Cassa per avviare lo studio
» Violenza donne: arriva il braccialetto obbligatorio per gli stalker e il risarcimento statale per le vittime
» Auto: dal 2018 con il documento unico per chi non paga il bollo radiazione sicura
In evidenza oggi
Avvocati: la segretezza della corrispondenza tra colleghi prevale anche sul diritto di difesaAvvocati: la segretezza della corrispondenza tra colleghi prevale anche sul diritto di difesa
Divorzio: assegno solo a chi guadagna meno di mille euro al meseDivorzio: assegno solo a chi guadagna meno di mille euro al mese
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF