Sei in: Home » Articoli

Incidenti stradali: responsabile anche chi non prevede le imprudenze altrui

Per la Cassazione, il conducente č obbligato a un comportamento prudente e accorto, anche in relazione alle imprudenze altrui ragionevolmente prevedibili
Conducente di un auto con espressione terrorizzata
di Lucia Izzo - In materia di responsabilitą colposa da sinistri stradali, il conducente ha l'obbligo di tenere un comportamento prudente ed accorto, prevedendo anche le imprudenze altrui ragionevolmente prevedibili.

Lo ha precisato la Corte di Cassazione, quarta sezione penale, nella sentenza n. 44323/2016 (qui sotto allegata) che si č espressa sulla vicenda riguardante un incidente stradale particolarmente grave da provocare vittime.

L'imputato, infatti, in sede di merito era stato ritenuto responsabile del reato di omicidio colposo, in relazione all'incidente stradale in cui era stato coinvolto il suo veicolo unitamente a quello condotto da altro soggetto, separatamente giudicato.

A quest'ultimo, in particolare, era addebitata la violazione dell'obbligo di dare la precedenza, mentre, l'addebito contestato al ricorrente riguardava essenzialmente la violazione della norma speciale in tema di velocitą.

Per i giudici, avendo l'imputato tenuto una velocitą non rispettosa dei limiti e non adeguata al contesto, costui aveva concorso nella determinazione del sinistro, riconducibile anche all'imprudente condotta di guida dell'altro automobilista, senza che si potesse evocare il tema della causa eccezionale ed imprevedibile tale da interrompere il nesso eziologico.

Ampiamente motivato, per gli Ermellini, č il giudizio sulla responsabilitą: va ricordato, spiega i collegio, che, poiché le norme sulla circolazione stradale impongono severi doveri di prudenza e diligenza proprio per fare fronte a situazioni di pericolo, anche quando siano determinate da altrui comportamenti irresponsabili, la fiducia di un conducente nel fatto che altri si attengano alle prescrizioni del legislatore, se mal riposta, costituisce di per sč condotta negligente. 

In altri termini, in tema di responsabilitą colposa da sinistri stradali, il conducente ha l'obbligo di tenere un comportamento prudente ed accorto, prevedendo anche le imprudenze altrui ragionevolmente prevedibili (cfr. Cass., sent. n. 46818/2014).

Nel caso di specie, tale principio, concludono i giudici, va non solo riaffermato, ma ulteriormente valutato tenuto conto del comportamento di per sč colposo dell'imputato (in punto di rispetto dei limiti di velocitą), tale da essere stato motivatamente valorizzato per fondare l'addebito di cooperazione colposa.

Cass., IV sez. civ., sent. n. 44323/2016
(15/11/2016 - Lucia Izzo)
Le pił lette:
» Sinistri stradali: l'auto va riparata integralmente anche se il danno supera il valore di mercato
» Divorzio: l'ex va mantenuta in nome della solidarietą post-coniugale
» Case cantoniere e stazioni: in gestione gratis agli under40
» Tasso di mora usurario: conversione del mutuo oneroso in gratuito
» Aste giudiziarie: operativo il portale delle vendite pubbliche
In evidenza oggi
Cellulare alla guida: via la patente da subito e multe fino a 2.500 euro. Le novitą in arrivoCellulare alla guida: via la patente da subito e multe fino a 2.500 euro. Le novitą in arrivo
Sinistri stradali: l'auto va riparata integralmente anche se il danno supera il valore di mercatoSinistri stradali: l'auto va riparata integralmente anche se il danno supera il valore di mercato
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF