Avvocati: arriva la clausola "salva-compensi"

La nuova proposta di legge parlamentare modifica l'art. 2233 c.c. prevedendo la nullitÓ di ogni patto contenente compensi ridotti o non equi
avvocati2

di Marina Crisafi - Sanzionare con la nullitÓ qualsiasi patto che preveda compensi ridotti o non equi per l'avvocato. ╚ questo il contenuto della proposta di legge appena presentata dalla parlamentare Camilla Sgambato che mira a modificare l'art. 2233 del codice civile con un'apposita clausola "salva-compensi".

La norma che, si occupa di determinare infatti i compensi dei professionisti, stabilisce al secondo comma che la misura degli stessi debba essere adeguata all'importanza dell'opera e al decoro della professione.

La proposta mira a salvaguardare tagli principi, prevedendo l'introduzione della sanzione della nullitÓ "per le pattuizioni stipulate in violazione del 2░ comma dell'articolo che palesino uno squilibrio di diritti e obblighi".

Una modifica resa necessaria dai numerosi "attentati" - soprattutto a seguito dell'abolizione dei minimi tariffari - alla dignitÓ del professionista "obbligato alla stipula di convenzioni da clienti con astratta capacitÓ di imporre condizioni di contratto per prestazioni professionali a carattere fiduciario, spesso indecorose" e che ha giÓ ricevuto il plauso da parte dell'Associazione nazionale avvocati italiani che ha accolto con grande favore la giusta direzione imboccata dal testo in materia di compensi professionali.

"La proposta parte dalla giusta premessa che la Costituzione Italiana riconosce nel lavoro un fondamento della Repubblica ed un diritto essenziale della persona, che anche tramite esso consegue libertÓ, dignitÓ e riconoscimento sociale (cfr. Cost. artt. 1, 4 e 35 e ss.)" si legge infatti nel comunicato istituzionale a firma del presidente Anai, Maurizio De Tilla. "Nella nozione di 'lavoro' ľ prosegue De Tilla - deve senz'altro includersi, accanto al lavoro subordinato, anche il lavoro autonomo, di cui i professionisti sono fondamentale espressione".

(24/03/2016 - Marina Crisafi)
Le pi¨ lette:
» Guida legale sull'assegno di mantenimento
» Avvocati: va sanzionato chi chiama la collega "signora"
» Carte di credito: occhio alla truffa del codice Cvv
» Le 5 cose da fare prima di dire a tuo marito (o a tua moglie) che ti vuoi separare
» Whatsapp, addio privacy: i dati saranno ceduti a Facebook

Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
bottone newsletter Icona Facebook Icona Rss Icona Google plus Icona twitter Icona linkedin
Print Friendly and PDF