Sei in: Home » Articoli

Bonus strumenti musicali: come richiedere i 1.000 euro

Con regolamento dell'Agenzia delle entrate, sono state rese note l'otto marzo le modalità con le quali poter beneficiare del contributo e le indicazioni operative per i rivenditori
ragazzo che suona chitarra
di Valeria Zeppilli – L'otto marzo l'Agenzia delle Entrate ha finalmente emanato il regolamento (qui sotto allegato) con il quale sono state definite le modalità attuative del contributo una tantum di mille euro per l'acquisto di strumenti musicali, previsto dalla legge di stabilità 2016 (leggi: "Legge di stabilità 2016: arriva il bonus per l'acquisto di strumenti musicali").

Il regolamento, in particolare, ha innanzitutto chiarito che del beneficio potranno godere gli studenti dei conservatori di musica e degli istituti musicali pareggiati, iscritti ai corsi di strumento del vecchio ordinamento o ai corsi di laurea di primo livello del nuovo ordinamento e in regola con i pagamenti nell'anno accademico 2015/2016 o 2016/2017.

Del contributo ci si potrà avvalere, una sola volta, per gli acquisti fatti nel 2016 e aventi ad oggetto uno strumento musicale nuovo e coerente con il corso di studi o ad esso affine o per un suo componente, in misura in ogni caso non eccedente il prezzo di acquisto.

A tal fine, i conservatori e gli istituto rilasceranno un apposito certificato di iscrizione non ripetibile, dal quale risultino il nome, il cognome e il codice fiscale dello studente, il corso al quale lo stesso è iscritto, l'anno di iscrizione e lo strumento coerente con il corso di studi.

I rivenditori o i produttori degli strumenti musicali acquistati con il bonus di cui alla legge di stabilità (tenuti a conservare il certificato prodotto dallo studente) riceveranno in cambio un credito di imposta di ammontare pari al contributo riconosciuto sotto forma di sconto, secondo le modalità precisate dal regolamento stesso dell'Agenzia delle entrate, senza dimenticare, in particolare, di comunicare il codice fiscale proprio, dello studente e dell'istituto o conservatorio che ha rilasciato il certificato, il tipo di strumento musicale, il prezzo totale dello strumento e l'ammontare del contributo.

Testo regolamento Agenzia delle entrate bonus strumenti musicali
Valeria Zeppilli
Consulenza Legale
Laureata a pieni voti in giurisprudenza presso la Luiss 'Guido Carli' di Roma con una tesi in Diritto comunitario del lavoro. Attualmente svolge la professione di Avvocato ed è dottoranda di ricerca in Scienze giuridiche – Diritto del lavoro presso l'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti – Pescara
(11/03/2016 - Valeria Zeppilli) Foto: 123rf.com
Le più lette:
» Avvocati e professionisti: è nata la prima polizza a tutela delle parcelle
» In arrivo gli sportelli di prossimità, dove non ci sono più i tribunali
» Separazione: addebito al marito per l'amicizia intima che fa sospettare il tradimento
» Trasferimento di strumenti finanziari come ipotesi di donazione diretta ad esecuzione indiretta
» Pensioni: riscatto gratis laurea legato al merito
In evidenza oggi
Le chat su WhatsApp valgono come provaLe chat su WhatsApp valgono come prova
Avvocati e professionisti: è nata la prima polizza a tutela delle parcelleAvvocati e professionisti: è nata la prima polizza a tutela delle parcelle
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF