L'utilizzabilità delle registrazioni come prove

Se la registrazione è fatta da soggetto parte della conversazione, essa è liberamente producibile tra i documenti istruttori del processo sia civile che penale
telefono che mostra registratore acceso

Domanda: "Sono utilizzabili come prove le registrazioni"?

Risposta: "La registrazione di un colloquio tra più soggetti può essere utilizzata come prova sempre e legittimamente quando colui che la effettua è parte del colloquio stesso o, comunque, è legittimato ad assistervi.

Ciò vale tanto nel processo penale quanto nel processo civile.

Del resto, le conversazioni entrano a far parte del patrimonio di conoscenza di coloro che vi assistono in maniera non occulta e che quindi possono disporne liberamente.

A questo proposito, particolarmente degna di nota (tra le numerose pronunce che si orientano in tal senso) è la sentenza numero 18908/2011 della Corte di cassazione penale, nella quale si è affermato che la liceità del registrare una conversazione deriva dal fatto che chi conversa accetta il rischio che quanto egli dice sia documentato mediante registrazione.

Diverso però è il caso in cui la conversazione viene diffusa per scopi differenti rispetto alla tutela di un diritto proprio o altrui.

Il codice della privacy, infatti, all'articolo 13 consente espressamente l'utilizzo delle registrazioni solo quando esse sono volte a far valere o a difendere un diritto in sede giudiziaria, ponendo poi come limitazione la circostanza che l'utilizzo di tali dati sia limitato al perseguimento delle predette finalità e al tempo ad esso strettamente necessario.

La linea di demarcazione rappresentata dalla partecipazione o meno a una conversazione, in ogni caso, deve essere netta. Se, infatti, la registrazione viene fatta da un soggetto estraneo al dialogo si rischia di realizzare una condotta idonea a integrare un'interferenza illecita nell'altrui vita privata, sanzionabile ai sensi dell'articolo 615-bis del codice penale.

Ovviamente a meno che non si tratti di intercettazioni, realizzabili solo da determinati soggetti e solo su autorizzazione del giudice".

Suggerisci un nuovo argomento per la rubrica: domande e risposte
Rubrica Domande e Risposte

(27/02/2016 - Domande e Risposte) Foto: 123rf.com
Le più lette:
» Avvocati: va sanzionato chi chiama la collega "signora"
» Le 5 cose da fare prima di dire a tuo marito (o a tua moglie) che ti vuoi separare
» Whatsapp, addio privacy: i dati saranno ceduti a Facebook
» Parchimetro rotto: come evitare la multa?
» Pacca sul sedere: è reato se la mano rimane sul lato B

Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
bottone newsletter Icona Facebook Icona Rss Icona Google plus Icona twitter Icona linkedin
Print Friendly and PDF