Scuola: pubblicati i bandi per il nuovo "concorsone"

Online da oggi sul sito del Miur i tre bandi del concorso per docenti da 63mila posti previsto dalla Buona Scuola
due concorrenti sulla linea di partenza

di Marina Crisafi – Sono stati appena pubblicati sul sito del Miur e in Gazzetta Ufficiale i tre bandi del mega concorso per oltre 63mila docenti previsto dalla legge Buona Scuola. A comunicarlo è una nota sul sito istituzionale a firma del ministro Stefania Giannini. "Oggi segniamo un'altra tappa fondamentale dell'attuazione della Buona Scuola. Rimettere in moto la macchina dei concorsi era essenziale per dare certezza sui tempi delle selezioni a chi vuole entrare in modo stabile nella scuola. Si torna alla Costituzione: avremo un bando ogni tre anni, con cadenza regolare'' ha dichiarato la titolare del Miur. Con i posti banditi oggi e gli altri 30mila destinati alle graduatorie ad esaurimento nell'arco del prossimo triennio, cui si aggiungono le 90mila immissioni in ruolo della scorsa estate, "entro il 2018 avremo assunto oltre 180.000 docenti - ha proseguito il ministro - numeri importanti che testimoniano l'impegno di questo Governo per il mondo dell'Istruzione''.

Ecco le modalità per presentare la domanda e la suddivisione dei posti a bando:

I posti

Sono 63.712 i posti a bando di cui 57.611 comuni (relativi, cioè, alle varie discipline) e 6.101 di sostegno.

I posti sono così suddivisi per grado di istruzione: 7.237 infanzia (di cui 6.933 comuni e 3.799 sostegno); 21.098 primaria (17.299 comuni e 3.799 sostegno); 16.616 secondaria di I grado (15.641 comuni e 975 di sostegno); 18.255 secondaria di II grado (17.232 comuni e 1.023 di sostegno).

A questi si aggiungono altresì 506 posti relativi a tutti i gradi di istruzione banditi sulla nuova classe di concorso A023, ossia quella relativa all'insegnamento dell'italiano come seconda lingua.

I bandi

I bandi sono tre così suddivisi: uno per infanzia e primaria; il secondo per secondaria di I e II grado, il terzo per il sostegno, del tutto inedito.

Le prove

Non ci sarà prova preselettiva e si procederà direttamente con quella scritta svolta interamente al computer.

La prova scritta prevede 8 domande sulla materia di insegnamento, di cui 6 consistenti in quesiti a risposta aperta e 2 (in lingua straniera) a risposta chiusa con cinque sotto-quesiti ciascuno.

La durata dello scritto sarà pari a 150 minuti.

Per l'orale, invece sono previsti 45 minuti, di cui 35 per una lezione simulata e 10 di interlocuzione tra candidato e commissione.

Per alcune classi di concorso, inoltre, sono previste prove pratiche.

Ai fini della valutazione, verranno valorizzati, tra l'altro: i titoli abilitanti, il servizio pregresso, il dottorato di ricerca e le certificazioni linguistiche.

Le date

Le date saranno rese note con successivo avviso in Gazzetta Ufficiale, da emanare entro il 12 aprile 2016. Le prove scritte saranno svolte in ogni caso a partire dalla fine del mese di aprile.

La domanda

Le domande potranno essere presentate soltanto online, accedendo al portale dedicato (http://www.istruzione.it/concorso_docenti/index.shtml), da parte dei docenti abilitati.

Potranno essere inoltrate dalle ore 8:00 di lunedì 29 febbraio fino alle ore 14:00 del prossimo 30 marzo.

Per aiuto e informazioni, nei prossimi giorni saranno rese disponibili alcune faq e un servizio di assistenza telefonica al numero 080/9267603, attivo tutti i giorni feriali a partire già da lunedì.

(26/02/2016 - Marina Crisafi) Foto: 123rf.com
Le più lette:
» Le 5 domande che un avvocato non dovrebbe mai porre a un testimone
» Muro al confine: le regole del codice civile
» Il reato di concussione
» Il testimone è il tuo peggior nemico? Ecco come sconfiggerlo!
» Divorzi: in aumento per colpa della dieta e della cucina di mammà!

Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
bottone newsletter Icona Facebook Icona Rss Icona Google plus Icona twitter Icona linkedin