Sei in: Home » Articoli

Abbonamenti telefonici e tv: recessi solo online e niente spese, eccetto le "effettive"

Nel Ddl concorrenza ok alla stretta sulle compagnie TLC
Donna al telefono

di Marina Crisafi - Cambio gestore più facile con recessi soltanto online e niente spese al di fuori di quelle effettive. Sono queste le principali novità contenute nel pacchetto di emendamenti al Ddl Concorrenza, approvati dalla commissione Industria del Senato.

Nello specifico chi vorrà cambiare il proprio abbonamento telefonico o della pay-tv potrà farlo semplicemente attraverso le modalità telematiche e le spese a carico dei consumatori potranno esservi soltanto se commisurate "ai costi reali sopportati dall'azienda".

Tali costi, inoltre, andranno comunicati all'utente, sia "al momento della pubblicizzazione dell'offerta" che "in fase di sottoscrizione del contratto".

A passare, nella stretta globale alle compagnie telefoniche e di comunicazioni elettroniche, è anche il niet dei servizi in abbonamento, affibbiati al consumatore dagli operatori, "senza il previo consenso espresso e documentato all'attivazione di tale tipologia di servizi".

Infine, rispetto alle norme attuali che consentono l'acquisto tramite credito telefonico di biglietti per servizi turistici e culturali, arriva la modifica che, al fine di evitare le situazioni di insolvenza, contempla la possibilità per l'utente di conoscere, durante l'operazione di acquisto, l'ammontare del proprio credito telefonico e in particolare di sapere se lo stesso è sufficiente per effettuare l'operazione e quanto residua a seguito della medesima.

(11/02/2016 - Marina Crisafi)
Le più lette:
» Processo civile: l'opposizione all'esecuzione
» Designer e architetti: come sfruttare al meglio gli smartphone
» Addio al genitore collocatario: la prima sentenza del tribunale di Lecce
» Equitalia cerca avvocati: domande entro il 27 giugno
» Vaccini: multe fino a 7.500 euro per i genitori e sospensione della potestà
In evidenza oggi
I figli devono garantire assistenza morale e materiale ai genitori anzianiI figli devono garantire assistenza morale e materiale ai genitori anziani
Divorzio: assegno anche se la ex rifiuta di lavorareDivorzio: assegno anche se la ex rifiuta di lavorare
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF