Avvocatura

L'ufficio del processo è realtà: tribunali aperti a praticanti avvocati e stagisti

Pubblicato in G.U. il decreto attuativo del ministero della giustizia
sentenza toga

di Marina Crisafi - L'atteso ufficio del processo che dovrà essere istituito presso ogni tribunale per coadiuvare i giudici e incrementare l'efficienza del sistema giustizia, garantendo l'attuazione della ragionevole durata del processo è diventato realtà. È stato pubblicato infatti nella Gazzetta Ufficiale del 2 novembre 2015 (n. 255) il decreto del ministero della giustizia del 1 ottobre scorso (qui sotto allegato) che ne disciplina l'attuazione (a norma del dl n. 179/2012 convertito in legge n. 221/2012).

L'ufficio del processo sarà costituito presso tutti gli uffici giudiziari, di ogni ordine e grado e dovrà occuparsi di tutte quelle attività “di routine” correlate all'esercizio della giurisdizione (sollevando in tal modo i magistrati da tali compiti), della cura dei rapporti con le parti e con il pubblico, dell'organizzazione dei flussi delle cause in arrivo e della formazione e tenuta degli archivi informatici dei provvedimenti emessi. Il tutto grazie all'utilizzo delle nuove tecnologie e di una diversa organizzazione del lavoro.

Oltre al personale dell'amministrazione giudiziaria, infatti, l'ufficio sarà aperto alle nuove “giovani leve”, costituite da stagisti, tirocinanti e praticanti che svolgeranno presso tali strutture collaborazioni e tirocini e la necessaria pratica forense, potendo avere accesso ai fascicoli processuali e partecipare alle udienze (leggi: “Aspiranti avvocati: al via la pratica forense a fianco dei giudici”).

Il tutto in base all'organizzazione stabilita dal presidente del tribunale o della corte d'appello cui (ferme restando le regole fissate nel decreto) spetta la gestione e l'assegnazione degli uffici del processo, tenuto conto del numero dei magistrati, del personale di cancelleria, dei praticanti e degli stagisti, mentre il coordinamento e il controllo successivi saranno esercitati dai presidenti di sezione o dai giudici appositamente delegati.

Decreto Ministero Giustizia 1 ottobre 2015
(04/11/2015 - Marina Crisafi)
Le più lette:
» Avvocati: cassazionisti senza esami per tutti gli iscritti ante riforma
» Avvocati: albi online senza segreti
» Tribunale di Fermo: inammissibili i capitoli di prova se contengono le parole "vero che". Tu cosa pensi?
» Padre immaturo? Il figlio va con la madre
» Affitto: la cauzione va restituita anche in caso di danni
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
bottone newsletter Icona Facebook Icona Rss Icona Google plus Icona twitter Icona linkedin
Print Friendly and PDF