Sei in: Home » Articoli

Né maschio né femmina, solo “neutro”. Dalla Francia, arriva il riconoscimento del “terzo sesso”

I giudici di Tours hanno riconosciuto il sesso neutro a una persona di 64 anni

di Marina Crisafi - Non è né maschio, né femmina, è “neutro”. Questo il verdetto del Tribunale di Tours in Francia che ha riconosciuto il diritto di un “intersessuale” a cambiare il proprio atto di nascita.

Per i giudici francesi, gli intersessuali, ossia quei soggetti i cui genitali, cromosomi e caratteri sessuali non sono inquadrabili rigorosamente come maschili o femminili, hanno il diritto di riportare nel proprio stato civile la menzione “sesso neutro”.

La decisione, risalente al 20 agosto scorso ma resa nota solo in questi giorni, è stata presa, come riportato dall'Ansa, nei confronti di una persona di 64 anni nata con una “vagina rudimentale”, una sorta di “micropene” e senza testicoli.

Al momento della nascita, il soggetto era stato indicato come maschile ma non era proprio così e crescendo le diversità fisiche si erano accentuate.

Così, preso atto dell'impossibilità dell'”uomo” di rientrare nel binario maschile piuttosto che in quello femminile, la giustizia transalpina ha riconosciuto il suo diritto di essere di sesso neutro, ordinando al comune di Tours di modificare l'atto di nascita.

Tuttavia, ci tengono a sottolineare i giudici nella sentenza “non si tratta di riconoscere l'esistenza di un ‘terzo sesso'” ma di prendere atto dell'impossibilità di indicare l'interessato come appartenente a questo o all'altro genere.

Ora occorre vedere se la sentenza sarà confermata in appello, ma è chiaro che il verdetto farà giurisprudenza per tutti i casi simili e non solo in Francia.

(15/10/2015 - Marina Crisafi)
Le più lette:
» Avvocati matrimonialisti: l'alienazione parentale deve diventare reato
» Avvocato madre: arriva il legittimo impedimento per legge
» Divorzio: scacco matto all'assegno per la ex
» Divorzio finto per pagare meno tasse: sono oltre 6mila
» Legge 104: nuove regole per chiedere i permessi
In evidenza oggi
Addio, Professore!Addio, Professore!
Separazioni online: le prime a VicenzaSeparazioni online: le prime a Vicenza
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF

La riforma del processo penale è legge
Le novità e il testo