Sei in: Home » Articoli

Fumo: addio ai pacchetti da 10 e alle 'bionde' in auto

Approvato dal Governo il decreto che recepisce la direttiva europea sul fumo
divieto fumo id9078

di Marina Crisafi - Presto si potrà dire addio ai pacchetti da 10 e al fumo in auto, in presenza di donne incinte e bambini.

A prevederlo è il decreto legislativo approvato ieri in via preliminare dal Governo, durante il Consiglio dei Ministri n. 86, il decreto recepisce la direttiva europea 2014/40/UE del Parlamento e del Consiglio europeo, sul ravvicinamento delle disposizioni legislative, regolamentari e amministrative degli Stati membri in ordine alla lavorazione, alla presentazione e alla vendita dei prodotti del tabacco e correlati.

Sul fronte della lavorazione, arriva il divieto di utilizzo di aromi caratterizzanti, mentre su quello della presentazione, oltre all'eliminazione della vendita dei pacchetti da 10 e delle piccole confezioni di tabacco, vengono allargate le immagini “choc” e i testi sulle avvertenze che dovranno arrivare a coprire il 65% della superficie esterna, fronte/retro, della confezione sia di sigarette che di tabacco da arrotolare.

Giro di vite anche sulle sigarette elettroniche (e relativi liquidi di ricarica) che non potranno essere vendute ai minori, dovranno essere munite di requisiti di sicurezza (come le chiusure a prova di manomissione) e recare le avvertenze sulla presenza di nicotina e derivati.

Stretta, inoltre, sui distributori automatici che saranno verificati sia al momento dell'installazione sia periodicamente, al fine di controllare il corretto funzionamento del rilevamento dell'età dell'acquirente.

Quanto ai luoghi, infine, al divieto delle bionde in auto se a bordo di sono minori e donne in gravidanza, si accompagnerà quello di fumare nelle pertinenze esterne (cortili, ecc.) degli ospedali pediatrici e “dei singoli reparti pediatrici, ginecologici, di ostetricia e neonatologia”.

Il decreto, come comunicato in un tweet dal ministro della salute Lorenzin, sarà “in vigore entro Natale”.

Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(13/10/2015 - Marina Crisafi)
Le più lette:
» In arrivo il "congedo mestruale"
» Equitalia: rottamazione anche per il sovraindebitamento
» Tasse ridotte dal giudice fino al 90%
» Gassani: 1 coppia su 5 in Italia separata in casa, per non finire sul lastrico
» Autovelox: nei centri abitati serve la pattuglia
In evidenza oggi.
Avvocati: mantenimento alla ex moglie che ha lasciato la toga
Per la Cassazione se la professione è abbandonata per curare gli interessi del marito, l'assegno va corrisposto anche se il matrimonio è stato breve
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF