Bollette: da domani luce e gas più care

Il rincaro delle tariffe previsto dall'Aeeg porterà a un 3,4% in più per l'elettricità e al 2,4% in più per il gas. Associazioni consumatori sul piede di guerra
posta bollette tasse

di Marina Crisafi - Brutte notizie in arrivo per le famiglie italiane che da domani faranno i conti con bollette più care sia per la luce che per il gas.

I rincari sono il frutto dell'aggiornamento delle condizioni economiche stabilito dall'Aeeg (l'Autorità per l'energia elettrica e il gas) per il mercato vincolato (ossia per coloro che ancora non hanno esercitato l'opzione di passare alle società del mercato libero) e peseranno per circa un 3,4% in più per la luce e per un 2,4% in più per il metano.

Ma c'è di più, fattori come il caldo record del luglio di quest'anno (che hanno fatto aumentare i costi per l'approvvigionamento della materia energia grazie a consumi di elettricità eccezionalmente elevati) e l'esigenza di adeguare (al rialzo) gli oneri di sistema del 2016, potrebbero far lievitare ulteriormente le bollette fino a 2 miliardi di euro complessivi.

Per le associazioni dei consumatori (Codacons, Unc, Adusbef e Federconsumatori) si tratta di aumenti “immotivati” e “incomprendibili” e il grido è unanime: occorre ridurre le tasse, soprattutto, sull'energia.

A conti fatti, però, nonostante i rincari, grazie agli effetti dei ribassi degli scorsi trimestri, le famiglie italiane complessivamente risparmieranno rispetto allo scorso anno. La spesa per la famiglia-tipo per il 2015 sarà infatti di 505 euro in media per la luce e di circa 1.123 euro per il gas (rispettivamente, 11 e 50 euro in meno rispetto al 2014), con un risparmio complessivo di 60 euro.

(30/09/2015 - Marina Crisafi)
Le più lette:
» Avvocati: da Shakespeare a Oscar Wilde, i più celebri aforismi sul mondo dell'avvocatura
» Avvocati: albi online senza segreti
» Condominio: multe fino a 2.500 euro per chi non adegua i termosifoni
» Padre immaturo? Il figlio va con la madre
» Tribunale degli Animali: gli avvocati a difesa dei "pelosi" dopo il divorzio
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
bottone newsletter Icona Facebook Icona Rss Icona Google plus Icona twitter Icona linkedin
Print Friendly and PDF