Sei in: Home » Articoli

PCT: il formato pdf degli atti e dei documenti

Obbligatorio e testuale per gli atti, facoltativo e grafico per i documenti
tastiera computer id11135
di Valeria Zeppilli – Gli atti (obbligatoriamente) e i documenti (facoltativamente) del processo civile telematico vanno depositati in formato pdf, il quale è in grado di assicurare l'integrità del contenuto dei file e può essere letto indipendentemente dal tipo di hardware o software utilizzato.

Gli atti

Con particolare riferimento agli atti del processo, il formato pdf non può derivare dalla scansione di atti redatti in altri formati (ad es. word) e precedentemente stampati.

È, infatti, fondamentale che l'atto sia redatto con un normale programma di videoscrittura e poi trasformato avvalendosi delle apposite funzionalità che quasi sempre lo stesso offre.

Ad esempio, le più recenti versioni di word per windows e di open office hanno un tasto per la conversione in pdf. Chi utilizza il mac, dovrà selezionare l'opzione di stampa e provvedere a salvare il file nel predetto formato scegliendo l'opzione nel menù a tendina posto in basso a sinistra della schermata che appare.

Nei casi in cui la funzionalità di trasformazione dei file in pdf non è prevista dal programma di videoscrittura utilizzato, è opportuno dotarsi di un apposito programma di conversione, agevolmente reperibile anche nel web.

I documenti

Per quanto riguarda i documenti è viceversa (e ovviamente) possibile provvedere al deposito utilizzando il formato pdf “grafico”, ovverosia quello derivante dalla loro acquisizione telematica mediante scanner.

In ogni caso è possibile depositare anche documenti in formato diversi, quali, ad esempio, rtf, txt, jpg, gif, tiff e xml, anche compressi.

Valeria Zeppilli
Consulenza Legale
Laureata a pieni voti in giurisprudenza presso la Luiss 'Guido Carli' di Roma con una tesi in Diritto comunitario del lavoro. Attualmente svolge la professione di Avvocato ed è dottoranda di ricerca in Scienze giuridiche – Diritto del lavoro presso l'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti – Pescara
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(10/09/2015 - Valeria Zeppilli)
Le più lette:
» Cassazione: il giudice non può mortificare gli avvocati con compensi irrisori
» Il figlio che non aiuta i genitori commette reato
» Anatocismo: cacciato dalla porta, torna dalla finestra
» Sesso in macchina: cosa si rischia oggi?
» Multe e bolli: come si rottamano e cosa si risparmia
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF