Avvocatura

Avvocati: al via le domande per i 3.700 posti delle scuole di specializzazione

Firmato il decreto sul concorso per l'ammissione alle scuole di formazione forense. Il testo in allegato
Ragazza ad una prova d'esame scritta

di Marina Crisafi – Dopo il via libera al regolamento sugli avvocati “specializzati” (leggi: "Avvocati, via libera alle specializzazioni") il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, ha firmato altri due decreti riguardanti la professione forense.

Il primo (qui sotto allegato), redatto di concerto con il ministero dell'istruzione, fissa l'avvio del concorso, per titoli ed esame, per l'ammissione alle scuole di specializzazione per gli avvocati al 28 ottobre 2015, in base a quanto stabilito dall'art. 4 del regolamento n. 537/1999.

Sono 3.700 i posti disponibili del concorso che si svolgerà su tutto il territorio nazionale presso le università sedi dei corsi di giurisprudenza (l'elenco è allegato al decreto).

Le domande vanno presentate entro e non oltre il 9 ottobre 2015, presso la segreteria dell'ateneo sede della scuola per la quale si concorre.

Il concorso è aperto ai laureati in giurisprudenza (vecchio e nuovo ordinamento) e, con riserva, ai laureandi che entreranno in possesso del titolo accademico entro la data della prova d'esame.

La prova consiste in un test di 50 domande a risposta multipla (identiche su tutto il territorio) sulle seguenti materie: diritto amministrativo, diritto civile e penale e procedura.

Il tempo massimo di svolgimento è di 90 minuti (senza la possibilità di consultare testi e codici commentati e annotati) e il punteggio a disposizione della commissione giudicatrice, per candidato è pari a 60 punti (50 per il test, 5 per la valutazione del Cv e 5 per il voto di laurea).

La scuola ha una durata biennale e prevede una didattica frontale di almeno 500 ore e tirocini pratici presso gli uffici giudiziari.

Il diploma conseguito costituisce requisito per l'accesso alle professioni legali (sostituendo un anno di praticantato per le professioni di avvocato e notaio) e per la partecipazione al concorso di uditore giudiziario.

Il secondo decreto del Guardasigilli, specifico per gli avvocati, provvede a stabilire le forme di pubblicità per l'esame di abilitazione all'esercizio della professione, che dovrà essere pubblicato in G.U. almeno 90 giorni prima della data fissata e, entro i successivi dieci giorni, sui siti istituzionali del ministero della Giustizia e del Consiglio nazionale forense.

Decreto del Ministero della Giustizia Concorso scuole forensi
(14/08/2015 - Marina Crisafi)
Le più lette:
» Avvocati: cassazionisti senza esami per tutti gli iscritti ante riforma
» Avvocati: albi online senza segreti
» Tribunale di Fermo: inammissibili i capitoli di prova se contengono le parole "vero che". Tu cosa pensi?
» Padre immaturo? Il figlio va con la madre
» Affitto: la cauzione va restituita anche in caso di danni
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
bottone newsletter Icona Facebook Icona Rss Icona Google plus Icona twitter Icona linkedin
Print Friendly and PDF