Autoimpiego: stop ai finanziamenti, risorse esaurite

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale l'avviso di Invitalia relativo all'esaurimento delle risorse finanziarie per le agevolazioni all'autoimpiego
Martello su banconote

di Marina Crisafi - Arriva nel bel mezzo di agosto, come un fulmine a ciel sereno per chi era entrato in piena atmosfera vacanziera o per chi si stava già godendo il riposo, sognando di realizzare il proprio progetto imprenditoriale appena finita l'estate, l'annuncio del taglio dei finanziamenti per l'autoimpiego e l'autoimprenditorialità.

Invitalia, infatti, l'Agenzia nazionale per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa, ha pubblicato sul proprio sito e in Gazzetta ufficiale (n. 183 dell'8 agosto 2015), un avviso che comunica che dal 9 agosto non è più possibile presentare la richiesta di accesso alle agevolazioni all'autoimpiego a causa dell'esaurimento delle risorse disponibili.

Addio, dunque, sogni di gloria per startup, progetti innovativi e investimenti per tutti coloro che volevano accedere al bando per gli incentivi per l'autoimpiego, previsto dal titolo II del Decreto legislativo 185/2000.

Nata con l'obiettivo di favorire l'inserimento nel mondo del lavoro di soggetti privi di occupazione e promuovere la cultura d'impresa, la misura prevista dal decreto, prevede infatti una serie di incentivi applicabili all'intero territorio nazionale (contributi a fondo perduto, mutui agevolati per gli investimenti, assistenza tecnica, ecc.), per sostenere la realizzazione (e l'avvio) di attività imprenditoriali da parte di disoccupati o soggetti in cerca di prima occupazione nella forma del lavoro autonomo, della microimpresa e del franchising.

Ora, a risorse esaurite, la misura è sospesa sino a data da destinarsi, ovvero sino a quando non verrà rifinanziata. E in ogni caso, si legge nell'avviso: “nell'eventuale disponibilità di nuove risorse finanziarie, la data dalla quale sarà possibile inviare di nuovo le domande verrà stabilità con un avviso in Gazzetta Ufficiale con almeno 60 giorni di anticipo”.

Per chi invece è riuscito ad accedere al bando e ha già presentato domanda, può mettersi comodo, perché, il servizio informazioni, sia tramite appuntamento in sede che via mail, si legge sul sito: “dal 10 agosto al 21 agosto sarà sospeso per la pausa estiva”.

(11/08/2015 - Marina Crisafi)
Le più lette:
» Avvocati: cassazionisti senza esami per tutti gli iscritti ante riforma
» Avvocati: albi online senza segreti
» Tribunale di Fermo: inammissibili i capitoli di prova se contengono le parole "vero che". Tu cosa pensi?
» Padre immaturo? Il figlio va con la madre
» Affitto: la cauzione va restituita anche in caso di danni
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
bottone newsletter Icona Facebook Icona Rss Icona Google plus Icona twitter Icona linkedin
Print Friendly and PDF