Sei in: Home » Articoli

Poste: niente più code agli sportelli. Le bollette si pagano con un'app

Disponibili gratuitamente le app di Poste Italiane su Googleplay e Applestore
Donna che utilizza uno smartphone

di Marina Crisafi - Si può dire addio alle code agli sportelli per pagare bollettini, inviare raccomandate o telegrammi. Poste Italiane ha infatti lanciato sul mercato la nuova app Ufficio Postale che consente di effettuare, tramite smartphone e tablet, numerose operazioni (postali e finanziarie) in mobilità.

L'applicazione è scaricabile gratuitamente su GooglePlay e Applestore ed è rivolta a tutti i cittadini, anche chi non è in possesso di strumenti finanziari Bancoposta.

Grazie alla App, previa registrazione ai servizi poste.it, effettuabile anche online (tramite la app stessa) sarà possibile non solo pagare i bollettini bianchi e premarcati, inviare telegrammi, raccomandate e posta prioritaria, ma anche tracciare una spedizione (assicurate, pacchi, raccomandate, ecc.), cercare e localizzare su mappa gli uffici postali e gli atm postamat, ed anche, per chi desidera effettuare le proprie operazioni agli sportelli fisici, richiedere il “ticket elettronico” per prenotare il proprio numero riducendo così al minimo i tempi di attesa e presentandosi a ridosso del proprio turno.

Per i servizi finanziari, Poste italiane ha lanciato invece l'app Bancoposta, destinata a chi ha già un conto Bancoposta o una carta Postepay, attraverso la quale si potranno sia pagare i bollettini che effettuare bonifici o postagiro, trasferire denaro o ricaricare le sim.

(08/08/2015 - Marina Crisafi)
Le più lette:
» Autovelox: obbligo di doppia segnalazione
» Avvocati: quali sanzioni in caso di mancato preventivo?
» Niente avvocati esterni per l'Agenzia Entrate Riscossione
» Legge Gelli-Bianco: un quadro di sintesi della riforma della responsabilità medica
» Video e foto sui social all'insaputa di chi è ripreso? Ora si rischia il carcere
In evidenza oggi
Multa di 110 euro per chi fuma in auto davanti ai figli minoriMulta di 110 euro per chi fuma in auto davanti ai figli minori
Video e foto sui social all'insaputa di chi è ripreso? Ora si rischia il carcereVideo e foto sui social all'insaputa di chi è ripreso? Ora si rischia il carcere
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF