Sei in: Home » Articoli

Ddl concorrenza: le nuove tabelle RC Auto saranno retroattive. Risarcimenti ridotti anche per il passato

Presentato un emendamento in base al quale si applicherebbero anche alle richieste di risarcimento danni già pendenti
bicchiere rotto accanto alle chiavi di un'auto

Il 20 luglio è stato presentato dinanzi alle commissioni finanze e attività produttive un rilevante emendamento al d.d.l. concorrenza in materia di R.C. auto. (V. RC auto: in arrivo la tabella unica nazionale per il calcolo del danno biologico. Risarcimenti ridotti per i danneggiati)

Il comma 2-bis prevede, nel dettaglio, l'applicazione retroattiva della nuova tabella unica nazionale prevista dal decreto medesimo per la quantificazione dei danni non patrimoniali derivanti da incidenti stradali.

Tabella che, secondo quanto previsto nel decreto, dovrebbe basarsi su un sistema a punti, variabile in base all'età e al grado di invalidità del danneggiato, e che dovrebbe essere approvata con decreto del Presidente della Repubblica entro 120 giorni dall'entrata in vigore della legge.

In sostanza, i nuovi parametri dovrebbero trovare applicazione anche alle richieste di risarcimento danni già pendenti.

Nel presentare l'emendamento sono stati lasciati palesemente inascoltati i rilievi negativi che la commissione giustizia aveva espresso non più di pochi giorni fa circa la tabella unica, paventando la necessità di correggere la rigidità delle nuove regole sul risarcimento.

Anzi: tali regole sono state addirittura inasprite.

Nonostante l'Ania affermi che la nuova previsione potrebbe dare il via ad una sensibile riduzione dei premi assicurativi, spingendo addirittura per l'approvazione del d.d.l. concorrenza in tempi brevi, i malumori derivanti dall'emendamento proposto sono assai diffusi e si aggiungono a quelli che già la nuova tabella stava portando con sé.

Di certo la strada per l'approvazione del decreto, già di per sé difficile, a seguito del nuovo emendamento, proposto insieme a numerosissimi altri, diviene ancora più lunga e tortuosa.

Valeria Zeppilli
Consulenza Legale
Laureata a pieni voti in giurisprudenza presso la Luiss 'Guido Carli' di Roma con una tesi in Diritto comunitario del lavoro. Attualmente svolge la professione di Avvocato ed è dottoranda di ricerca in Scienze giuridiche – Diritto del lavoro presso l'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti – Pescara
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(23/07/2015 - Valeria Zeppilli)
Le più lette:
» La manovra è legge: tutte le novità punto per punto
» Cani che abbaiano in condominio: Il punto della giurisprudenza
» Legge Pinto: cosa accade ai procedimenti in corso al 1° gennaio 2016?
» Eredità: 10 cose da sapere per una consapevole pianificazione successoria
» Con la depressione si può avere la 104?
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF