Sei in: Home » Articoli
 » Avvocatura

Cambiano gli studi di settore. Novità anche per gli avvocati

La circolare n. 28/E dell'Agenzia delle entrate fa chiarezza sul periodo di imposta 2014
Immagine del modello sugli studi di settore

È del 17 luglio la circolare n. 28/E con la quale l'Agenzia delle entrate ha fatto chiarezza circa le novità che interessano gli studi di settore per il periodo di imposta 2014.

I chiarimenti forniti dalla circolare hanno principalmente ad oggetto i 68 studi che sono stati revisionati dal D.M. 29 dicembre 2014 del Ministero dell'economia e delle finanze e le nuove territorialità che vanno applicate a seguito di esso e che si estrinsecano nella territorialità del livello dei canoni di affitto dei locali commerciali, nella territorialità del livello del reddito medio imponibile ai fini dell'addizionale I.R.P.E.F. e della territorialità del livello delle retribuzioni.

La circolare si occupa poi dei correttivi anticrisi, suddivisi in quelli relativi all'analisi di normalità economica, quelli congiunturali di settore, quelli congiunturali territoriali e quelli congiunturali individuali, nonché delle modifiche alla modulistica, del regime premiale previsto per coloro che risultino congrui, coerenti e normali agli indicatori previsti e dei casi in cui gli studi non siano adeguatamente attendibili.

Per quanto riguarda in particolare lo studio di settore “WK04U - attività degli studi legali”, è stata modificata la tabella relativa ai valori di soglia inferiore per circondario tenendo conto del fatto che il decreto legislativo 19 febbraio 2014 n. 14 ha soppresso 30 circondari di tribunali e ha istituito il circondario Napoli Nord in Aversa.

In particolare, mentre a quest'ultimo sono stati assegnati valori soglia inferiori o uguali a quelli del circondario di provenienza in base alla prevalenza del numero di abitanti, agli altri sono state assegnate le soglie relative al circondario di confluenza.

Vai alla circolare 28/E del 17 luglio 2015
Valeria Zeppilli
Consulenza Legale
Laureata a pieni voti in giurisprudenza presso la Luiss 'Guido Carli' di Roma con una tesi in Diritto comunitario del lavoro. Attualmente svolge la professione di Avvocato ed è dottoranda di ricerca in Scienze giuridiche – Diritto del lavoro presso l'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti – Pescara
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(22/07/2015 - Valeria Zeppilli)
Le più lette:
» Cassazione: il giudice non può mortificare gli avvocati con compensi irrisori
» Il figlio che non aiuta i genitori commette reato
» Anatocismo: cacciato dalla porta, torna dalla finestra
» Sesso in macchina: cosa si rischia oggi?
» Multe e bolli: come si rottamano e cosa si risparmia
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF