Sei in: Home » Articoli

La copia notificata del decreto ingiuntivo opposto si può produrre anche in appello

Non è richiesto che il deposito avvenga contestualmente alla costituzione dell'opponente
Giudice della cassazione
L'opposizione a decreto ingiuntivo non è un mezzo d'impugnazione e pertanto non è soggetta alla relativa disciplina, "con la conseguenza che la produzione della copia notificata del decreto opposto non è richiesta a pena d'improcedibilità".

Lo afferma la corte di cassazione con la sentenza 14582 del 13 luglio 2015 in cui gli Ermellini chiariscono che tale adempimento è necessario solo per verificare la tempestività dell'opposizione, ma tale verifica può essere fatta anche attraverso l'esame di altri documenti acquisiti agli atti del processo.

Non si tratta, in ogni caso, di una condizione di ammissibilità dell'opposizione.

Con questa motivazione è stato accolto il ricorso di un Comune la cui opposizione ad un decreto ingiuntivo (proposto da un gruppo di imprese) era stata dichiarata inammissibile sia in primo grado sia in corte d'appello.

L'ente, durante il giudizio di merito, aveva invece sostenuto che nessuna disposizione prevedeva che l'adempimento dovesse avvenire al momento della costituzione in giudizio.

La Cassazione ha ribaltato il verdetto ed ha anche sottolineato che il deposito della copia notificata del decreto ingiuntivo opposto è consentita anche in appello anche perché tale produzione è sottratta alla disciplina dei mezzi di prova non essendo finalizzata a dimostrare la fondatezza della domanda ma solo alla verifica del rispetto dei termini per l'opposizione.

Per questo non è d'ostacolo alla produzione il divieto posto dall'articolo 345 terzo comma del codice di procedure civile che si riferisce, invece, ai mezzi di prova.

Qui di seguito il testo della sentenza.

Cassazione Civile, testo sentenza n. 14582 del 13 luglio 2015
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(14/07/2015 - A.V.)
Le più lette:
» Eredità: 10 cose da sapere per una consapevole pianificazione successoria
» Risarcisce il cliente l'avvocato che dimentica di iscrivere la causa e mente sul punto
» Tradimento: quello "programmato" diventa di moda tra i mariti
» Mobbing e risarcimento danni: come dimostrare di aver subito una persecuzione
» Avvocato censurato se non assolve l'obbligo della formazione
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF