Letture: Le persone speciali esistono davvero? - Di Luisa Camboni

La storia commovente del sig. Franco
Scrivania con penna, libri e orologio
Avv. Luisa Camboni -

Avv. Luisa Camboni - Mi capita spesso di chiedermi: “LE PERSONE SPECIALI ESISTONO DAVVERO?

Eh sì, proprio così! Esistono!!! Basta solo aver la fortuna di incontrarle. Sono quelle che, con grande rispetto e dignità, riescono a farti sorridere, ti aiutano, anche con i piccoli gesti: una stretta di mano, un abbraccio… Sono come perle e la volta che hai la fortuna di incontrarle non lasciarle andar via, ma abbine cura! 

Le persone speciali sono quelle che anche lontane, ti restano sempre nel cuore. Non potrai mai dimenticarle e mai cancellarle, le porti lungo tutto il percorso della tua vita perché sono, semplicemente, persone speciali !!! 

Hanno un animo buono, ti trasmettono serenità e tranquillità. [Continua sotto l'immagine]

Gaetano Maida e il sig. Franco.

Un esempio l'ho avuto stamattina quando, aprendo la mia pagina facebook, mi imbatto sulla storia commovente del sig. Franco, portata a conoscenza dal manager della comunicazione Gaetano Maida, che qui di seguito riporto: 

Stamattina in stazione Centrale a Milano, mentre aspettavo un collega, ho conosciuto Franco. Un signore italiano di 65 anni, sardo per la precisione, senzatetto ormai da da 5 anni. Mi ha guardato parcheggiare e mi ha chiesto se stavo li per tanto, altrimenti avrei potuto prendere una multa. Gli ho detto di no. Poi gli ho chiesto se aveva fatto colazione. No. Siamo andati al chiosco li di fronte. Ha chiesto un caffè. Gli chiedo: le va un cornetto? Mi risponde di si.

Cominciamo a parlare, o meglio inizio a fargli qualche domanda, perché i suoi modi gentili, la sua umiltà nel non chiedere da mangiare, la sua dignità, il suo contegno ed i suoi occhi bassi mi colpiscono e comincio a pensare che forse si sente a disagio.

Gli chiedo come mai si trova per strada, e mi dice che lavorava come fattorino e distribuiva casse d'acqua. Poi l'azienda è fallita, non ha più potuto pagare l'affitto e adesso dorme tutta la notte sulla 90.

Non ha ancora raggiunto la pensione perchè secondo la Legge Fornero non ne ha ancora diritto. Se ne parla fra due anni. Intanto le sue gambe sono gonfie, indossa dei pantaloncini, e mi dice che ha avuto problemi di circolazione perché la posizione in cui dorme non permette al sangue di defluire. Mi dice: fortunatamente e sfortunatamente sono solo. Ha un fratello e dei nipoti che non gli hanno dato una mano quando ne ha avuto bisogno. Poi in maniera del tutto onesta mi dice: ho sbagliato nella mia vita. Mi dice che aveva il vizio delle scommesse ai cavalli, ma aveva smesso da tanti anni. Purtroppo non era riuscito a mettere tanto da parte.

Franco non pronuncia mai una parolaccia o una bestemmia. E ne avrebbe ogni ragione.

Intanto io dietro i miei occhiali da sole mi commuovo e penso che da li a poco andrò a parlare con un cliente, di tanti soldi. E penso che sia difficile pensare che la vita è cosi. Penso che vorrei aiutare Franco e gli chiedo se posso raccontare la sua storia, forse fin troppo comune, su Facebook. Mi sorride e mi dice di si. Facciamo una foto, perché voglio che la gente lo veda.

Vorrei che la sua storia girasse, che qualcuno gli desse un lavoretto. Non ha un telefono ma di fianco alla Stazione Centrale tanti lo salutano affettuosamente.

Vi prego di aiutarmi a condividere la storia di Franco.

E se qualcuno volesse dargli una mano, mi contatti.

Gli ho promesso che se fossi riuscito a trovargli un aiuto sarei ritornato da lui.

Ma credo di tornarci a prendere comunque un caffè.

Gaetano Maida

Davvero un incontro commovente. Entrambe persone speciali, ma di più il manager Gaetano Maida che, con grande umiltà e semplicità, ha avvicinato Franco scambiando con lui un breve dialogo davanti all'aroma di un buon caffè ed un caldo cornetto. Due persone straordinarie che, nonostante diversi destini, la vita le ha fatte incontrare. Di questo incontro non solo ai protagonisti, ma anche al lettore, rimane non solo l'emozione, ma il ricordo indelebile di uno scatto favoloso!

Avv. Luisa Camboni

Via L. Garau n. 22 09025 Sanluri (CA)

Cell: 3281083342

Tel./Fax 070 7567928

Mail: avv.camboni@tiscali.it

Avv. Luisa Camboni - Studio Legale Avv.Luisa Camboni
Via Muraglia 57 09025 Sanluri (CA)
Tel/Fax 070 7567928
cell. 328 1083342 - mail: avv.camboni@tiscali.it - » Altri articoli dell'Avv. Luisa Camboni
Lo studio legale dell'Avv. Luisa Camboni offre disponibilità per domiciliazioni nel Foro di Cagliari e nel Foro di Oristano. L'Avv. Camboni offre anche un servizio di consulenza legale a pagamento.
» Scrivi all'Avv. Luisa Camboni «
(08/08/2015 - Avv. Luisa Camboni)
Le più lette:
» Avvocati di successo: le sei abilità necessarie
» Il peggior cliente che l'avvocato possa mai sperare di avere…
» Paga il danno da alienazione parentale la mamma che non fa vedere il figlio all'ex
» Risarcimento in libri per la baby squillo dei Parioli
» Avvocati: da Shakespeare a Oscar Wilde, i più celebri aforismi sul mondo dell'avvocatura
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
bottone newsletter Icona Facebook Icona Rss Icona Google plus Icona twitter Icona linkedin
Print Friendly and PDF