Sei in: Home » Articoli

Il ddl la buona scuola è legge. Ecco le novità in breve e, in allegato, il testo della riforma

Le principali novità che interesseranno studenti e docenti
Matite colorate disposte in forma di cerchio
L'aula della Camera ha dato il via libera questa mattina alla riforma del sistema scolastico.

Sono stati 277 i sì che questa mattina hanno permesso al ddl "La buona scuola" di diventare legge. Nonostante l'ostruzionismo, le polemiche e le divisioni politiche, il progetto Renzi-Giannini prende vita in una veste un pò smussata rispetto la prima proposta.

Ecco quali saranno le novità che coinvolgeranno studenti e docenti al ritorno dalle vacanze estive.

Sono circa 100.000 gli insegnanti precari che troveranno posto nella scuola. Le assunzioni seguiranno le graduatorie esistenti e quelle stimate dai nuovi concorsi. Questi occuperanno cattedre vacanti o posizioni di potenziamento. Ogni istituto avrà in organico una media di 7 docenti in più rispetto al passato.

I presidi potranno scegliere l'organico scolastico, seguendo comunque le predisposizioni degli Uffici Scolastici Regionali, e avranno l'onere di controllare l'operato del proprio team. Le valutazione verranno fatte con parametri validi su tutto il territorio nazionale e saranno rese pubbliche.

I docenti che otterranno le valutazioni migliori saranno premiati economicamente.
Per provvedere al pagamento di questi bonus è stato stanziato un fondo di 200.000 euro l'anno.

Ulteriore benefit riservato al corpo insegnanti è dato da un buono di 500 euro. Questo dovrà essere utilizzato per il personale aggiornamento tramite l'acquisto di materiale o corsi.

La proposta formativa per gli studenti viene notevolmente ampliata. Molte più ore saranno dedicate ad alcune materie tra cui: Inglese, Arte e Diritto.

Le scuole superiori permetteranno anche la scelta di corsi opzionali.
Tirocini formativi, anche all'estero, saranno obbligatori per gli istituti e per licei.

Il Pof (piano dell'offerta formativa) avrà durata triennale ed ogni istituto potrà autonomamente chiedere allo stato ciò di cui necessita.

Per aumentare i fondi sono state promosse delle detrazioni fiscali per coloro che fanno donazioni alla scuola.

La nuova legge prevede anche un bando per la costruzione di scuole al passo con le nuove tecnologie e mutui agevolati per le ristrutturazioni.

Al Governo restano le competenza per scuola dell'infanzia e diritto allo studio.
Vai al testo del ddl approvato dalla Camera 'Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti'
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(09/07/2015 - G.C.)
Le più lette:
» La manovra è legge: tutte le novità punto per punto
» Cani che abbaiano in condominio: Il punto della giurisprudenza
» Legge Pinto: cosa accade ai procedimenti in corso al 1° gennaio 2016?
» Eredità: 10 cose da sapere per una consapevole pianificazione successoria
» Con la depressione si può avere la 104?
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF