Pignoramenti: corsia preferenziale per la ricerca telematica

Il d.l. n. 83/2015 ha modificato l'art. 492-bis c.p.c. rendendo “libera” la ricerca telematica anche da parte del creditore
computer internet telematico

di Marina Crisafi – Tra le tante novità apportate alla procedura esecutiva, il decreto “anti credit crunch” (d.l. n. 83/2015) ha previsto anche una corsia preferenziale per la ricerca telematica dei beni da pignorare.

Tale possibilità, si ricorda, è stata concessa dal nuovo art. 492-bis c.p.c. introdotto dalla precedente riforma della giustizia (d.l. n. 132/2014) che ha previsto per i creditori pignoranti la facoltà di rivolgersi direttamente al presidente del Tribunale al fine di autorizzare l'ufficiale giudiziario competente a ricercare telematicamente i beni da pignorare, collegandosi alle diverse banche dati della P.A. (o a quelle alle quali le stesse possono accedere).

Tuttavia, c'è un ma. Lo strumento infatti è rimasto praticamente inattuato in mancanza degli appositi decreti attuativi. Questo fino ad oggi.

La nuova riforma infatti modificando nuovamente l'art. 492-bis c.p.c. ha introdotto una corsia preferenziale per il creditore, consentendogli di accedere in autonomia alle banche dati per cercare i beni da pignorare, senza dover attendere alcun decreto attuativo. Previa ovviamente, l'autorizzazione del presidente del tribunale, il creditore, dunque, è libero di consultare direttamente anagrafe tributaria, Pra, Inps, e le altre banche dati della P.A. per individuare i beni del debitore da pignorare, bypassando gli ufficiali giudiziari.

Attenzione però. Si tratta di una “libertà” a tempo, in quanto se entro un anno dall'entrata in vigore della riforma, il decreto ministeriale non sarà adottato, la disposizione perderà efficacia.

 

(03/07/2015 - Marina Crisafi)
Le più lette:
» Avvocati di successo: le sei abilità necessarie
» Il peggior cliente che l'avvocato possa mai sperare di avere…
» Paga il danno da alienazione parentale la mamma che non fa vedere il figlio all'ex
» Avvocati: da Shakespeare a Oscar Wilde, i più celebri aforismi sul mondo dell'avvocatura
» Risarcimento in libri per la baby squillo dei Parioli
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
bottone newsletter Icona Facebook Icona Rss Icona Google plus Icona twitter Icona linkedin
Print Friendly and PDF