Sei in: Home » Articoli

Il Pct continua a crescere: + 208% di depositi da dicembre ad oggi

Schizzano a più 208% i depositi di atti per un totale di quasi 3 milioni e mezzo nell'ultimo anno. I più “attivi” sono gli avvocati. Ecco i dati del Ministero
tablet computer telematico

di Marina Crisafi - Continua la crescita del processo civile telematico che, nonostante le carenze "strutturali" e le diverse possibilità di miglioramento, mostra un trend nettamente positivo rispetto a qualche mese fa (leggi: "Processo civile telematico: lo stato dell'arte e il caos dei tribunali").

Secondo i dati diffusi dal Dipartimento per i Sistemi Informativi Automatizzati del Ministero della Giustizia nei giorni scorsi, infatti, schizzano a + 208% i depositi telematici da dicembre ad oggi (i dati sono aggiornati al 31 maggio) per un totale di quasi 3 milioni e mezzo di atti depositati nell'ultimo anno.

Dal punto di vista soggettivo, i più "attivi" sono gli avvocati che da soli hanno depositato circa il 43% degli atti processuali, mentre il 16% proviene dai curatori e il 13% dai delegati.

Salgono anche i provvedimenti digitali ad opera dei magistrati, che ammontano a 2,5 milioni negli ultimi 12 mesi, con una percentuale di crescita del 74% rispetto al mese di dicembre, interessante soprattutto i decreti (33%), i verbali di udienza (30%) e le ordinanze (15%), mentre si attesta soltanto sull'8% il deposito delle sentenze.

Quanto all'ambito processuale degli atti telematici, per tutti i soggetti, la maggior parte (53%) è riferibile al contenzioso, seguito da esecuzioni, lavoro e fallimentare.

A crescere, contestualmente, insieme al Pct, è l'elenco degli indirizzi pec (con un 96% in più per gli avvocati e un 36% per i praticanti).

Interessante anche il dato economico, visto che, stando alle stime di via Arenula, la crescita telematica ha portato a un risparmio nell'ultimo anno di 48 milioni di euro.

(19/06/2015 - Marina Crisafi)
Le più lette:
» Autovelox: obbligo di doppia segnalazione
» Avvocati: quali sanzioni in caso di mancato preventivo?
» Niente avvocati esterni per l'Agenzia Entrate Riscossione
» Legge Gelli-Bianco: un quadro di sintesi della riforma della responsabilità medica
» Video e foto sui social all'insaputa di chi è ripreso? Ora si rischia il carcere
In evidenza oggi
Multa di 110 euro per chi fuma in auto davanti ai figli minoriMulta di 110 euro per chi fuma in auto davanti ai figli minori
Video e foto sui social all'insaputa di chi è ripreso? Ora si rischia il carcereVideo e foto sui social all'insaputa di chi è ripreso? Ora si rischia il carcere
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF