Sei in: Home » Articoli

Divorzio breve e assistito: ecco il vademecum del Tribunale di Milano

Dalla procura del tribunale meneghino arrivano le linee guida e le schede per la separazione e il divorzio breve aggiornate alla l. n. 55/2015
coppia divorzio separazione coniugale mantenimento antoci

di Marina Crisafi – Arrivano dalla procura del Tribunale di Milano, le linee guida per la negoziazione assistita in materia di separazione e cessazione degli effetti civili del matrimonio aggiornate alla recentissima legge sul divorzio breve.

Il vamedecum, utile strumento per tutti gli addetti ai lavori (qui sotto allegato), indica non solo le condizioni necessarie per poter accedere all'istituto, ma anche i documenti da presentare, suddivisi in base alle singole ipotesi (di separazione, divorzio o modifica delle condizioni precedentemente stabilite) nonché la scheda di sintesi della convenzione raggiunta fra le parti e un'infografica finale con i nuovi termini introdotti dalla legge n. 55/2015.

In particolare, le linee guida milanesi fanno il punto sulle diverse condizioni d'accesso alla procedura di cui all'art. 6 del d.l. n. 132/2014, sui termini e le conseguenze in caso di mancato rispetto, soffermandosi, inoltre, sulla competenza e sul rilascio del provvedimento autorizzativo dell'accordo, nonché sui chiarimenti in ordine alle spese da affrontare (ricordando che sono esclusi sia il contributo unificato che l'imposta di bollo).

Ad essere enucleata è altresì la specifica documentazione da esibire in base alla relativa richiesta e le diverse eccezioni previste (ad esempio, in caso di presenza di figli minorenni o maggiorenni non autosufficienti economicamente o portatori di handicap grave).

 

Qui il vademecum del Tribunale di Milano
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(15/06/2015 - Marina Crisafi)
Le più lette:
» Avvocati: fino a mille euro per ogni figlio
» Quali beni non possono essere pignorati?
» Giovani avvocati: fino a tremila euro per master e titoli
» Anatocismo: cacciato dalla porta, torna dalla finestra
» Condominio: per la telecamera sulle parti comuni l'unanimità non serve
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF