Sei in: Home » Articoli

Tar Lazio dice sì alla riapertura dei varchi al mare di Ostia. Piena fruibilità delle spiagge

Il TAR rigetta il ricorso degli stabilimenti balneari di Ostia contro la riapertura dei liberi accessi al mare
Ciabatte da mare e cappello posate sulla spiaggia

IL TAR del Lazio sta dalla parte del Comune di Roma sulla questione dell'apertura dei varchi al mare del lido di Ostia!

Decisa da una determinazione dirigenziale del X Municipio meno di un anno fa, la riapertura dei passaggi alla spiaggia non era stata accolta bene dagli stabilimenti balneari La rotonda e Marechiaro, in concessione alla Kelly's srl, che avevano presentato ricorso al Tribunale amministrativo per chiederne la sospensione.

Gli accessi liberi alla battigia di Ostia erano stati chiusi 25 anni or sono dalla Capitaneria di Porto della capitale, a causa delle condizioni di estremo degrado in cui versavano. Come si può immaginare, la loro muratura con una alta recinzione aveva provocato grande malcontento fra popolazione locale e turisti – fino a quando nel 2014 il Comune di Roma aveva deciso di picconare il Lungomuro', impegnandosi a provvedere alla pulizia e alla manutenzione dei lidi.

Tale decisione – in accordo con la nuova politica sulla piena fruibilità all'utenza delle spiagge della capitale – sembra adesso vedere favorevole anche il Comandante della Capitaneria, Lorenzo Savarese, che si dice “soddisfatto del miglioramento progressivo generale a cui stiamo assistendo”, della regolare manutenzione dei lidi liberi e della sensibilità mostrata dalle associazioni balneari “per migliorare il decoro del litorale e attenzione all'implementazione dei sistemi di sicurezza”.

Lo scorso 6 maggio, la decisione del TAR ha corroborato la posizione di Amministrazione comunale, cittadini e Capitaneria di Porto, disponendo con ordinanza la definitiva riapertura dei varchi.

(12/05/2015 - Mara M.)
Le più lette:
» Il rifiuto di sottoporsi ad alcoltest può risultare non punibile
» In arrivo gli sportelli di prossimità, dove non ci sono più i tribunali
» Avvocati e professionisti: è nata la prima polizza a tutela delle parcelle
» Fermo amministrativo: la giurisdizione
» Obbligare la moglie a discutere è reato
In evidenza oggi
Le chat su WhatsApp valgono come provaLe chat su WhatsApp valgono come prova
Avvocati e professionisti: è nata la prima polizza a tutela delle parcelleAvvocati e professionisti: è nata la prima polizza a tutela delle parcelle
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF