Studio Cataldi: notizie giuridiche e di attualitą


Contumacia del convenuto: novita' della Riforma del 2009

Guida di procedura civile > Cap. 1 "Processo di cognizione davanti al Tribunale" > Contumacia del convenuto: novita' della Riforma del 2009

Se il convenuto non si costituisce, il Giudice deve controllare la regolarità della citazione e della notifica (art. 291 c.p.c.)

Se il Giudice accerta un vizio che importi la nullità della notifica, fissa all’attore un termine perentorio per rinnovarla.

Questa regola non si applica se la notificazione è omessa o inesistente come ad esempio nel caso di omessa consegna dell’atto perché indirizzo sconosciuto, Cass. 1242/95.

Se convenuto non si costituisce neppure alla udienza indicata, il G.I. dichiara la contumacia, pronunciata con ordinanza revocabile.

Se la rinnovazione non è eseguita, il Giudice ordina la cancellazione della causa dal ruolo.

Su questo articolo  è intervenuta la Riforma del 2009, la quale ha disposto l’estensione ai giudizi amministrativi e contabili della disciplina del primo comma dell’art. 291 c.p.c. che, in caso di mancata costituzione del convenuto, prevede che se il giudice istruttore rileva un vizio che importi nullità nella notificazione della citazione, debba fissare all’attore un termine perentorio per rinnovarla. La rinnovazione impedisce ogni decadenza. 

Sull’attore rimasto in giudizio continua a gravare l’onere della prova in quanto la contumacia del convenuto non è da sola idonea a fondare una pronuncia di accoglimento (Cass. 6462/1984).

Non si può escludere il contumace dalle vicende principali del giudizio e si deve anche tentare di coinvolgerlo in queste. A tale scopo art. 292 c.p.c. provvede la notifica di alcuni atti importanti del processo, che gli deve esser fatta personalmente e tempestivamente.

L’elencazione degli atti per i quali l’art. 292 c.p.c. prescrive la notifica personalmente al contumace è tassativa (Cass. 3262/84). La ratio di tale adempimento è di evitare che il contumace si trovi a sua insaputa di fronte a domande nuove o un’estensione del petitum o ad atti istruttori che richiedono una personale attività.


« 4. Processo in contumacia 5. SOSPENSIONE, INTERRUZIONE ED ESTINZIONE DEL PROCESSO »



Vuoi pubblicare un nuovo argomento o una tesi?
scrivi alla redazione




In vetrina